Sequenza sismica in Italia centrale: aggiornamento del 29 ottobre 2016, ore 10:00

Dopo le forti scosse del 26 ottobre (magnitudo ML 5.4 alle ore 19.10 e magnitudo 5.9 alle ore 21.18che hanno attivato zona al confine tra Marche e Umbria, a nord dell’area attivata il 24 agosto, la Rete Sismica Nazionale dell’INGV ha localizzato oltre 1400 eventi: sono più di 90 quelli di magnitudo compresa tra 3 e 4, 5 i terremoti localizzati di magnitudo compresa tra 4 e 5.

rieti_agg_29ott_10_1a

Mappa della parte settentrionale della sequenza sismica dal 24 agosto al 29 ottobre 2016 (ore 10.00). La stella bianca è l’evento di magnitudo 5.4 del 24 agosto. Le due stelle rosse sono i terremoti avvenuti il 26 ottobre di magnitudo ML 5.4 alle ore 19.10 (stella più a sud) e di magnitudo 5.9 alle ore 21.18 (la stella più a nord).

Per quel che riguarda la sequenza complessiva, dal 24 agosto 2016, sono stati localizzati più di 19.500 eventi, in un’area che si estende per più di 60 chilometri in direzione NNO-SSE lungo la catena appenninica: sono poco più di 340 quelli di magnitudo compresa tra 3 e 4, restano 20 i terremoti localizzati di magnitudo compresa tra 4 e 5 (nelle ultime 24 ore, infatti non ce ne sono stati) e 4 quelli di magnitudo maggiore di 5.

rieti_agg_29ott_10_1b

La mappa della sequenza sismica dal 24 agosto 2016 al 29 ottobre 2016 (ore 10.00). Le stelle bianche sono i due eventi di magnitudo 6.0 e 5.4 del 24 agosto. Le due stelle rosse sono i terremoti avvenuti il 26 ottobre di magnitudo ML 5.4 alle ore 19.10 (stella più a sud) e di magnitudo 5.9 alle ore 21.18 (la stella più a nord).

Pubblicato il 29 ottobre 2016, in Sequenza sismica Amatrice, Sismicità Italia con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: