Evento sismico in provincia dell’Aquila, Ml 3.9 (Mw 4.1), 28 febbraio ore 04.16

Questa notte, alle ore 04:16 italiane, è  stato registrato un terremoto di magnitudo ML 3.9 (Mw 4.1) localizzato in provincia dell’Aquila, nella Piana del Fucino. I comuni più vicini all’epicentro sono: Luco dei Marsi, San Benedetto dei Marsi e Trasacco (AQ).

L'epicentro del terremoto di questa notte di magnitudo ML 3.9.

L’epicentro del terremoto di questa notte di magnitudo ML 3.9.

Il terremoto è stato avvertito in tutta la provincia dell’Aquila e quella di Frosinone, come evidenziato dai circa 560 questionari compilati su http://www.haisentitoilterremoto.it/ e dalla mappa del risentimento sismico in scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg) che mostra la distribuzione degli effetti del terremoto sul territorio.

La mappa

La mappa del risentimento sismico in scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg) che mostra la distribuzione degli effetti del terremoto sul territorio. Con la stella in colore viola viene indicato l’epicentro strumentale del terremoto, i cerchi colorati si riferiscono alle intensità associate ad ogni comune. Nella didascalia in alto è indicato il numero dei questionari elaborati per ottenere la mappa stessa.

Guardando la mappa della sismicità degli ultimi 30 anni si nota che la zona in cui si è verificato il terremoto di questa notte ha avuto un’attività sismica molto scarsa. Si nota in particolare la zona a nord, caratterizzata dai numerosi epicentri della sequenza aquilana del 2009, e una brusca interruzione della sismicità meridionale, sia verso il Fucino che verso Sulmona, per poi riprendere a sudest, al confine con il Lazio e verso il Molise. La scarsa sismicità dell’area del Fucino coincide con l’area interessata dal forte terremoto del 1915.

BLOG_approfondimento_28feb_3

Terremoti registrati dalla Rete Sismica Nazionale in Italia centrale (fonte: http://iside.rm.ingv.it/). La stella bianca è l’epicentro del terremoto di magnitudo 3.9.

Il Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani (CPTI11) mostra che la zona del Fucino e della Marsica è caratterizzata dal violento terremoto del 13 gennaio 1915, un  terremoto che provocò danni gravissimi ad Avezzano, in tutta la Piana del Fucino e in numerose località della Valle Roveto e della media Valle del Liri. L’intensità macrosismica, stimata sulla base della distribuzione dei danni, fu dell’XI grado della scala MCS, la magnitudo stimata (Mw) 7.0.

BLOG_approfondimento_28feb_2

Sismicità storica dell’Italia centrale (fonte: http://emidius.mi.ingv.it/CPTI11/). La stella bianca è l’epicentro del terremoto di magnitudo 3.9.

Guardando la zona dell’evento odierno rispetto alla Mappa di Pericolosità del territorio nazionale, si vede che esso ricade in un’area ad elevata pericolosità, dove l’accelerazione attesa è compresa tra 0.22 e 0.27 g, riferita a suoli rigidi con probabilità di eccedenza del 10% in 50 anni.

BLOG_approfondimento_28feb

La pericolosità sismica dell’Italia centrale (fonte: http://zonesismiche.mi.ingv.it/). La stella bianca è l’epicentro del terremoto di magnitudo 3.9.

Informazioni su INGVterremoti

geologo presso Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Pubblicato il 28 febbraio 2015, in Sismicità Italia con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: