Italia sismica: i terremoti di ottobre 2014

Poco più di 1500 i terremoti registrati e localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel mese di ottobre 2014, con una media di poco più di 50 eventi al giorno, ancora in diminuzione rispetto ai mesi precedenti.

La mappa dei terremoti registrati dalla Rete Sismica Nazionale nel mese di ottobre 2014

La mappa dei terremoti registrati dalla Rete Sismica Nazionale nel mese di ottobre 2014.

Durante questo mese solo un evento ha avuto una magnitudo maggiore di 4.0, un terremoto localizzato la notte del 10 ottobre nel Basso Tirreno nelle vicinanze dell Isole Eolie di magnitudo Ml 4.3 Gli eventi compresi tra magnitudo 3.0 e 4.0 sono stati 19, tutti compresi tra 3.0 e 3.4 di magnitudo. La maggior parte di questi eventi sono stati registrati nel Basso Tirreno e nell’area a cavallo tra la Calabria meridionale e la provincia di Messina.

Nel mese di ottobre in queste aree si sono verificati numerosi eventi ed anche piccole sequenze. In particolare due piccole sequenze nelle vicinanze delle Isole Eolie, una ad ovest dell’arcipelago, l’altra molto vicina alle Isole di Salina, Lipari e Vulcano. Proprio in questa zona sono stati localizzati una ventina di terremoti avvenuti in due periodi: il primo intorno al 10 ottobre con l’evento di magnitudo Ml 4.3 che, avvenuto a circa 20 km di profondità, è stato avvertito nettamente nelle Isole ed anche nella costa settentrionale della provincia di Messina (mappa dei risentimenti ricavata dai questionari di Haisentitoilterremoto.it); il secondo intorno alla fine del mese (22-26 ottobre) con terremoti di magnitudo massima 3.1 – 3.2 .

La sismicità nel Basso Tirreno, Calabria meridionale e provincia di Messina

La sismicità nel Basso Tirreno, Calabria meridionale e provincia di Messina.

Anche nella provincia di Messina, proprio il 10 ottobre, sono stati registrati alcuni terremoti tra i comuni di Mazzarra S.Andrea e Novara di Sicilia: gli eventi sono stati circa una ventina, due di questi hanno raggiunto magnitudo Ml 3,3 ma con profondità abbastanza elevate di crica 40 km. Attiva anche l’area dell’Aspromonte, in provincia di Reggio Calabria, con una decina di terremoti il più forte di magnitudo Mw 3.3 il 25 ottobre.

Nell’area del Bacino di Gubbio la sismicità è ancora in diminuzione: gli eventi registrati in questo mese di ottobre sono circa 400 con magnitudo molto basse, solo 6 terremoti hanno avuto una magnitudo uguale o superiore a 2.0 (la massima 2.6). Concentrazioni di eventi si sono avute nelle due solite aree: la prima a sud-ovest di Gubbio, la seconda a nord est della città eugubina. Altre due concentrazioni di piccoli eventi eventi le troviamo in zone limitrofe all’area di Gubbio;  la prima a nord verso Città di Castello, la seconda a sud nei pressi di Valfabbrica.  

La sismicità nell'area di Gubbio durante il mese di ottobre.

La sismicità nell’area di Gubbio durante il mese di ottobre.

Si ricorda che è possibile visualizzare i terremoti mese per mese in una mappa interattiva (story map) della sismicità del 2014 in Italia. È possibile anche interrogare i singoli eventi e avere informazioni sulla magnitudo, la data\ora e la profondità.

Pubblicato il 17 novembre 2014, in Italia sismica, i terremoti del mese, Mappe interattive - Story maps, Sismicità Italia con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: