Terremoto in provincia di Frosinone, M4.8, 16 febbraio ore 22.16

Un terremoto di magnitudo 4.8 è avvenuto alle ore 22:16:09 italiane del giorno 16 febbraio 2013 (21:16:09 16/Feb/2013 – UTC) alla profondità di 10.7 km. Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico: Monti Ernici-Simbruini.

16feb2013

Localizzazione del terremoto ML4.8 avvenuto alle 22.16 di oggi (il quadrato rosso).

Comuni entro 10 km dall’epicentro: ARPINO (FR), BROCCOSTELLA (FR), CASTELLIRI (FR), ISOLA DEL LIRI (FR), MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO (FR), PESCOSOLIDO (FR), SORA (FR), BALSORANO (AQ).

Comuni tra 10 km e 20 km dall’epicentro: ALVITO (FR), ARCE (FR), BOVILLE ERNICA (FR), CAMPOLI APPENNINO (FR), CASALATTICO (FR), CASALVIERI (FR), CEPRANO (FR), COLFELICE (FR), FONTANA LIRI (FR), FONTECHIARI (FR), POSTA FIBRENO, (FR), RIPI (FR), ROCCA D’ARCE (FR), ROCCASECCA (FR), SANTOPADRE (FR), STRANGOLAGALLI (FR), TORRICE (FR), VEROLI (FR), VICALVI (FR), COLLELONGO (AQ), MORINO (AQ), SAN VINCENZO VALLE ROVETO (AQ),VILLAVALLELONGA (AQ). 

In base alla Mappa di Pericolosità del territorio nazionale, l’evento ricade in un’area dove l’accelerazione massima è compresa tra 0.22 e 0.25 g, e si riferisce a suoli rigidi con probabilità di eccedenza del 10% in 50 anni.

Mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale (GdL MPS, 2004; rif. Ordinanza PCM del 28 aprile 2005, n. 3519, All. 1b)<br /><br />espressa in termini di accelerazione massima del suolo con probabilità di eccedenza del 10% in 50 anni, riferita a suoli rigidi (Vs30>800 m/s; cat. A, punto 3.2.1 del D.M. 14.09.2005).<br /><br />

Mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale (GdL MPS, 2004; rif. Ordinanza PCM del 28 aprile 2005, n. 3519, All. 1b) espressa in termini di accelerazione massima del suolo con probabilità di eccedenza del 10% in 50 anni, riferita a suoli rigidi (Vs30>800 m/s; cat. A, punto 3.2.1 del D.M. 14.09.2005).

Il terremoto è stato avvertito in una vasta area del Lazio, Abruzzo e Campania, come evidenziato dalla mappa dei risentimenti macrosismici ottenuta dai questionari compilati tramite il sito www.haisentitoilterremoto.it e aggiornata alle ore 00.06 del 17-02-2013.

mcs_16feb_2

Mappa preliminare dei risentimenti macrosismici ottenuta dai questionari compilati tramite il sito http://www.haisentitoilterremoto.it

La ShakeMap o mappa di scuotimento, uno strumento indirizzato specificamente alla valutazione rapida (entro pochi minuti dall’evento) del moto del suolo dopo un terremoto, è di seguito riportata. Tale mappa ha fornito una stima di accelerazione di picco pari a circa 0.07 g nell’area epicentrale.

ShakeMap (mappa di scuotimento) espressa in intensità strumentale (scala di intensità Mercalli Modificata, MMI) dell’evento principale Ml=5.9 delle ore 04.03 (02:03 GMT o UTC) del 20/05/2012, determinata utilizzando i dati della Rete Sismica Nazionale dell’INGV (triangoli rossi), della Rete Accelerometrica Nazionale (RAN, triangoli blu) e la faglia estesa ricavata da dati sismologici (rettangolo grigio). La stella rossa rappresenta l’epicentro.

ShakeMap (mappa di scuotimento) espressa in intensità strumentale (scala di intensità Mercalli Modificata, MMI) del terremoto Ml=4.8, determinata utilizzando i dati strumentali registrati dalle stazioni sismiche ed aggiornata man mano che nuovi dati diventano disponibili. La stella rossa rappresenta l’epicentro.

Pubblicato il 16 febbraio 2013, in Sismicità Italia con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: