Archivio mensile:dicembre 2012

Addio a Nicolas (Nick) Ambraseys

foto1

Nick Ambraseys è morto il 28 dicembre all’età di 83 anni, dopo una breve malattia. Il mondo ha perso un grande scienziato e molti di noi hanno perso un buon amico.

Negli ultimi 58 anni, Nick è stato autore di oltre 300 articoli e 6 libri sulla sismicità storica e l’ingegneria sismica. Molti dei suoi articoli sono stati contributi innovativi in molti campi della scienza dei terremoti, dall’ingegneria sismica all’idrodinamica degli tsunami, dall’analisi e archiviazione dei dati accelerometrici alla creazione di un data base lungo 3000 anni dei terremoti storici in Europa, Africa, Centro America e Medio Oriente.

La ricchezza dei suoi contributi è stata possibile anche grazie alla sua padronanza di numerose lingue. Nick si è impegnato fino agli ultimi giorni, dedicandosi  allo studio della sismicità dell’India e dell’Himalaya e all’analisi della corruzione nell’industria delle costruzioni. Nell’ultimo anno aveva investigato la stabilità sismica delle due colonne del monumento di Thrasyllos nell’Acropoli di Atene e il valore delle trascrizioni ottomane per comprendere i terremoti greci. Nick è stato di ispirazione per molti ricercatori e sarà ricordato per il suo senso dell’umorismo, per la sua gentilezza e per l’incoraggiamento ai giovani ricercatori.

(tratto dal ricordo di Roger Bilham, collega e amico di Ambraseys)

Altre informazioni:

Imperial College

http://en.wikipedia.org/wiki/Nicolas_Ambraseys

Un crollo ogni 3 giorni, 4 crolli nessun terremoto

totale

In Italia accade spesso che edifici anche moderni crollino o subiscano danni a causa di progettazioni sbagliate, manutenzioni inefficaci, interventi che ne peggiorano la stabilità. Solo negli ultimi giorni si sono avuti quattro incidenti di questo tipo, da Roma a Palermo, alcuni anche con delle vittime. E nessuno di questi è stato determinato da un terremoto.

In un paese come l’Italia dove gran parte del patrimonio edilizio è stata costruita prima delle norme sismiche o in molti casi senza rispettarle, noi sismologi consideriamo ancor più valide oggi le parole pronunciate da Franco Barberi nel resoconto della riunione della Commissione Grandi Rischi del 31 marzo 2009:

Ci rivolgiamo al Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e alla Regione dicendo che l’unica difesa, oggi, è quella di incentivare le attività di prevenzione (rafforzare gli edifici) e di pianificazione. Fare il punto e investire in questi campi. Non investire in questi campi alla lunga si paga.

F. Barberi, riunione CGR 31 Marzo 2009

Sciopero dell’INGV lunedì 10 dicembre: sorveglianza sismica garantita.

SalaSismica11maggio

La Sala Sismica durante l’Open Day dell’11 maggio 2011, giorno del presunto terremoto a Roma (playlist). Anche il 10 dicembre sarà presidiata con grande cura.

Ci stanno giungendo molte richieste di informazioni sullo sciopero di Lunedì 10 dicembre. La sorveglianza sismica H24 del territorio italiano verrà comunque garantita come sempre.

Perché lo sciopero:

– Per la proroga immediata dei contratti in scadenza al 31 dicembre

– Per l’ampliamento della pianta organica dell’INGV

– Contro i tagli alla ricerca

– In difesa delle attività di ricerca e monitoraggio dell’INGV

Terremoto in provincia di Ascoli Piceno, M4.0, 5 dicembre ore 02.18

Un terremoto di magnitudo 4.0 è avvenuto alle ore 02:18:19 italiane del giorno 5 dicembre 2012 (01:18:19 05/Dic/2012 – UTC) alla profondità di 26.8 km. Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico: Zona Ascoli Piceno.

Il terremoto era stato preceduto da un evento di magnitudo 2.1 alle ore 02:12 e al momento (le ore 9 del 5 dicembre) sono state registrate due repliche; entrambe di magnitudo 2.3 avvenute alle ore 02:21 e alle ore 02:31.

eventoAP5.12.12

Il terremoto è stato localizzato in provincia di Ascoli Piceno.

Comuni entro 10Km dall’epicentro: APPIGNANO DEL TRONTO (AP), ASCOLI PICENO (AP), CASTEL DI LAMA (AP), CASTIGNANO (AP), CASTORANO (AP), COLLI DEL TRONTO (AP), COSSIGNANO (AP), FOLIGNANO (AP), MALTIGNANO (AP), MONTALTO DELLE MARCHE (AP), MONTEDINOVE (AP), OFFIDA (AP).

Comuni entro 20Km  dall’epicentro:
Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: